Il blog di Sally

  • 16/04/2013

    La mia Cartina Tornasole

    Ha smesso di piovere e urlare. E' arrivato il sole giovane e imbranato che cade assonnato dai tetti. E' innamorato e perso nel suo calore, asciuga e accende. Scopre le pelli umide e stanche. Si riflette nei sorrisi bambini che ogni uomo ritrova ad ogni età. Salta allegro tra le foglie e le esalta in una danza di brillanti. Sotto le ombre frastagliate e gli odori nuovi, riposo gli occhi e la mente; scavo nel letargo delle melodie assonnate e risveglio le note che tanto attendevano questa primavera. Le porto con me in sella a una chitarra, siedo all'altare della mia musa e aspetto che il sole me le stampi addosso come marchi a fuoco. Rimango qui, con la mia cartina tornasole a raccontarmi quanto vero esiste nell'attesa di un ritorno. Il giallo sbatte violento su questa cartina di legno e corde, e suona e fiorisce come le rose in primavera…ed ecco che anche le mie note, come le foglie, ora sanno ballare quella meravigliosa danza di brillanti. E danzano, volteggiano tra milioni di probabili disegni..le ascolto, le abbraccio e mi rifletto nel sole della mia cartina tornasole…che ha fatto tornare il mio sole di note e brillanti…

Lascia un commento

Nominativo Email Commento
Salva