Il blog di Sally

  • 25/12/2013

    Natalizzandomi...



    Ho iniziato e scarabocchiato questo inizio almeno 20 volte senza riuscire a trovare un capo degno del 25 Dicembre...
    Il Natale ha quell'aroma amara che riesce puntuale a rasserenarmi e a confondermi allo stesso tempo.
    E come ogni appuntamento importante mi vesto a festa con preparativi che molto spesso disattendono l'attesa…ma è di questo che vive ogni giorno di festa, di quella magia che si nutre della cosciente illusione che ogni anno sarà diverso, sarà più bello.
    Tra il frastuono di porcellana dei piatti ai cambi di portata, i telefoni bollenti tra messaggi e chiamate e lo stracciare speranzoso dei pacchi, arrivo ogni volta a parlare con me stessa.
    Natale come nascita, rinascita, o forse solo come ascolto.
    Mi ascolto e mi interrogo più di altri giorni, tra condanne ed elogi mi ritrovo in un processo pieno di martelli pneumatici che chiedono e poco rispondono.
    Natale…malinconicamente romantico…e realisticamente pieno di solitudine.
    E' uno specchio che non falsa e non distorce, è più spietato del tuo peggior nemico. Ti vede così come sei, con quello che hai e quello che dai.
    E a me piace così, incoerentemente vero nella sua costruzione, grottesco nella sua preparazione, goffo e un po' invecchiato.
    Mi fa sorridere di sale , e lascio che lo faccia ogni anno. Domani invece voglio sorridere di zucchero e chiedermi di meno, scartarmi di più e progettare il Natale che verrà …che sarà di certo diverso, sarà più bello!

    …Ricominciando i preparativi per una nuova festa quotidiana…sorrido e mi ascolto…

    Vi Auguro di Ascoltarvi con tutto il Buon Natale del Mondo!!!!!





1 commenti

  • Enrico
    mercoledì 25 dicembre 2013
    Come sempre le tue riflessioni indagano l'anima della gente e, come sempre, ancora prima scavano nella tua, apparentemente con un sottile crudele piacere, ma in realtà con la consapevolezza di chi si affida fiducioso alle proprie emozioni. Mi piace quel tuo raccontare l'attesa dell'evento. Mi piace l'importanza che dai all'evento, a maggior ragione perché Natale è uno di quei giorni che possono davvero arricchire, se appena ci si sforza di comprenderlo a fondo e se si riesce a restare immuni al rito pagano al quale il consumismo lo vuole ricondurre. E mi piace anche il tuo proiettarti oltre, quel rimettere in discussione ogni trascorsa certezza, con l'entusiasmo per ogni giorno che verrà, perché ogni giorno che verrà sarà comunque una nuova festa.

Lascia un commento

Nominativo Email Commento
Salva